Disdetta Telecom per decesso: modulo, costi e indirizzi

Disdetta

Devi fare una disdetta Tim Telecom per decesso e non sai come procedere?

Leggendo il nostro articolo scoprirai: come scaricare il modulo disdetta Tim per decesso e dove inviarlo; quanto costa disdire Telecom per decesso e come cambiare intestatario se sei interessato/a a mantenere la stessa offerta.

Ma anche cosa fare per ottenere la cessazione contratto Telecom per decesso se la compagnia per “errore” non l’ha recepita e continui a ricevere fatture.

Tim non rispetta i tuoi diritti e non sai come farti ascoltare?

Ti basterà contattarci per dimenticarti del tuo problema e ottenere subito giustizia, gratuitamente!

 

 

Disdetta Tim Telecom per decesso: cosa succede se muore l’intestatario?

Neanche nei momenti di maggiore sconforto, come quello per la perdita di un caro, si può fare a meno di fare i conti con le questioni burocratiche.

Se un tuo parente è venuto a mancare, infatti, dovrai occuparti di disdire le varie utenze per evitare di dover continuare a pagare. Questo vale, ovviamente, anche per il contratto telefonico.

Se l’intestatario di un’utenza telefonica Telecom muore, si ha diritto:

  • al subentro, che consente di cambiare intestatario mantenendo lo stesso piano tariffario
  • alla disdetta per decesso Telecom, senza pagare nessuna penale, ma soltanto i costi di gestione della richiesta qualora la disdetta avvenisse prima della scadenza naturale del contratto, normalmente fissata a 24 mesi
  • all’annullamento o al rimborso degli importi addebitati post mortem qualora si fosse scelta la disdetta per decesso Tim e non il subentro, così come previsto dalla Carta dei servizi Tim – Telecom.

 

Quanto costa la disattivazione da Telecom per morte del titolare?

Il recesso Telecom Tim per decesso, purtroppo, non rientra nei casi di disdetta per giustificato motivo per i quali non occorre pagare nemmeno i costi di gestione della richiesta.

Quanto costa allora la disattivazione da Telecom Tim per decesso del titolare?

Per la linea fissa, normalmente, circa €30 a cui va aggiunta la spesa di €6,50 per la spedizione della raccomandata.

Ma attenzione: nonostante la contraddittorietà delle informazioni presenti sul web, anche alle disdette Telecom per decesso si applica la legge Bersani. Quindi:

  • non dovrai pagare nulla se la tua richiesta viene inoltrata successivamente alla scadenza del contratto
  • dovrai pagare soltanto i costi di gestione della richiesta se la disdetta decesso Telecom Tim sarà inviata prima della scadenza del contratto
  • i costi di gestione della richiesta non possono superare il canone mensilmente richiesto per il servizio
  • non possono essere addebitate penali, maxi rate o restituzioni di sconti precedentemente applicati
  • l’eventuale credito residuo dev’essere reso agli eredi.

Hai già inoltrato la tua disdetta e hai ricevuto un addebito eccessivo per il recesso? Non preoccuparti: sei in tempo per ottenere il rimborso!

Contattaci e analizzeremo la tua bolletta, indicandoti tutti gli addebiti non dovuti e sollevandoti dal problema; penseremo noi, gratuitamente, a farti restituire ogni euro ingiustamente sottratto!

 

Attenzione

Eventuali dispositivi ricevuti a noleggio o in comodato d’uso dovranno essere restituiti entro 30 giorni dalla disdetta per decesso Tim. Altrimenti la compagnia potrà addebitarne l’intero costo in bolletta.

 

Come disdire Telecom per decesso?

Se invece non hai ancora inviato la tua disdetta Telecom per decesso titolare e non hai interesse a chiedere il subentro, per ottenere la cessazione del contratto ti basterà inviare una raccomandata A/R a Tim Servizio Clienti Residenziali – Casella postale 00054 – Fiumicino (Roma).

 

Ricorda

Il modulo disdetta Telecom per decesso dovrà essere sottoscritto e inviato dagli eredi e non può essere proposto da terzi.

Entro 15 giorni dalla richiesta, l’utenza dovrebbe smettere di funzionare.

 

– Cosa scrivere nella raccomandata per disdetta Telecom Tim per decesso?

Se non sai cosa scrivere nella tua raccomandata A/R per chiedere il recesso contratto Telecom per decesso, ecco qui un valido esempio:

“Oggetto: Recesso dal contratto di abbonamento relativo alla linea telefonica (numero) per decesso titolare.

Il/la sottoscritto/a NOME E COGNOME

Codice Fiscale

In qualità di <inserire grado di parentela> del titolare della linea telefonica (numero)

Indirizzo (via, piazza), CAP, Località.

comunica

Il recesso dal contratto di abbonamento al servizio telefonico, in conformità a quanto previsto nelle condizioni generali di contratto, con decorrenza dalla seguente data (inserire data), causa decesso del titolare dell’utenza.

Per eventuali chiarimenti il recapito telefonico è il (numero)

Eventuali future comunicazioni possono essere inviate al seguente indirizzo:

(inserire indirizzo) .Per eventuali rimborsi a mezzo bonifico bancario le coordinate bancarie sono: (inserire coordinate bancarie).

Luogo e Data

Firma”

Non dimenticare di allegare alla disdetta contratto Telecom per decesso:

  • il certificato di morte dell’intestatario che evidenzia il decesso del titolare
  • la copia del documento di identità
  • la copia dell’ultima fattura di chiusura del contratto
  • telefono, mail e indirizzo di posta elettronica per eventuali comunicazioni.

 

Dove trovo il modulo disdetta Tim Telecom per decesso?

Se ti è più comodo, puoi scaricare e utilizzare il nostro modulo disdetta Tim per decesso precompilato.

📥 DISDETTA TIM PER DECESSO

Hai difficoltà a inviarlo o hai dei dubbi? Contattaci: saremo felici di aiutarti gratuitamente!

 

Cosa fare in caso di mancata disdetta Tim Telecom per decesso?

Sono già trascorsi 15 giorni dalla tua disdetta Tim Telecom per decesso e la linea funziona ancora? Continui a ricevere fatture nonostante il recesso?

Hai chiesto il subentro e, da quel momento, le bollette che ricevi sono più alte del previsto?

L’ultima fattura dopo la disdetta contiene degli addebiti illegittimi, come il costo del modem che hai restituito o la penale per recesso?

Per risolvere il tuo problema devi reclamare al gestore e contattarci subito per far rispettare davvero i tuoi diritti!

Per il tuo reclamo a Tim puoi contattare gratuitamente il call center al 187 (per i residenziali), 119 (per i mobile) e 191 (per i business), servizi attivi 7 giorni su 7 h 24.

Noi di Reclami Telefonia, però, ti consigliamo di inviare la tua segnalazione esclusivamente in forma scritta a mezzo pec a [email protected], oppure tramite:

  • faxal numero 800 000 187 (per i privati della linea fissa), 800 600 119 (per i privati della linea mobile), 800 000 191 (per i business)
  • raccomandata A/Rall’indirizzo:
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Assistenza Clienti – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (RM) – per i clienti della linea fissa
    • Tim Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM) – per i privati della linea mobile
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Clienti Business – Casella Postale 456 – 00054 Fiumicino (RM)  – per tutti i business.

 

Perché sceglierci

Noi di Reclami Telefonia – blog di Unione dei Consumatori, associazione con un’esperienza ultradecennale in materia di telefonia, aiutiamo chi, come te, da solo/a ha difficoltà a risolvere questi problemi e vuole avere giustizia.

Hai inviato il tuo reclamo? Non riesci a inoltrarlo o hai qualche dubbio nel merito? Contattaci per risolvere immediatamente il tuo problema, senza nessuno stress e senza alcun costo!

Tutti questi servizi saranno per te completamente gratuiti (leggi la nostra garanzia di gratuità), non perché i nostri legali lavorino gratis ma perché abbiamo scelto di addebitare il loro onorario direttamente a Tim e non certo a te, consumatore come noi.

Non ci credi? Te lo mettiamo per iscritto: e non perdere altro tempo: ottieni subito giustizia!

Come ti aiutiamo

Ricevuta la tua segnalazione:

  • un nostro consulente specializzato in telefonia ti ricontatterà, ascolterà cosa ti è successo e prenderà in carico il tuo caso
  • un avvocatoesperto in materia difenderà le tue ragioni, ottenendo la soluzione del tuo problema, il rimborso di tutte le somme che ti fossero state ingiustamente sottratte e l’indennizzo economico per il disagio subìto.
  • potrai seguire l’avanzamento della tua pratica nell’area riservata all’interno del nostro sito.

📝 RICHIEDI ASSISTENZA GRATUITA!

Clicca per valutare l'articolo
[Total: 0 Average: 0]
Condividi con:

Lascia un commento

Ti aiutiamo a risolvere i problemi col tuo gestore.

Risolvi il tuo problema

Scegli  e  clicca


Invia messaggio